Il Brasile vuole raddoppiare l'export di frutta entro il 2020 - Solutions for trade

brasil_exporta_frutas.jpgIl Brasile è uno dei più grandi Paesi produttori ed esportatori agricoli del mondo ed è il terzo produttore di frutta (in volume), dietro Cina e India.

Secondo i dati di Apex-Brasil, Agenzia Brasiliana per la Promozione del Commercio e degli Investimenti, il Paese produce annualmente 44 milioni di tonnellate di frutta, esportandone il 2,5% all’estero.

Il settore è in continua espansione sia nella produzione, con un aumento stimato nei prossimi anni tra il 15% e il 25%, che nell’export, con l’obiettivo di raddoppiare le vendite all’estero entro il 2020 tramite una strategia di diversificazione dei mercati e dei prodotti offerti – dati Abrafrutas, associazione nazionale di settore.

Nel 2016 il Brasile ha prodotto 30 diversi frutti per il commercio differenziandosi dagli altri concorrenti grazie a un’offerta composita sul mercato che include banane, mango, agrumi, meloni, avocado, mele, pere e frutta secca. Tra le varie tipologie, spicca il valore delle importazioni in Italia degli anacardi, noci di cocco e noci del Brasile, pari a 3,83 milioni di dollari, il 5,3% del totale delle importazioni nazionali.

Le condizioni climatiche favorevoli, i continui investimenti in tecnologia e le peculiarità del territorio sono vantaggi competitivi fondamentali per la frutticoltura brasiliana poiché consentono una produzione su larga scala che abbatte i costi e la garanzia di una qualità costante, grazie al controllo del contenuto di zucchero della frutta dato dalla selezione del suolo di coltivazione e dell’irrigazione.

 Commercio e degli Investimenti – ha come obiettivo la promozione dei prodotti e dei servizi brasiliani all’estero e l’attrazione degli investimenti diretti esteri nei settori ritenuti strategici per l’economia brasiliana.

Per promuovere l’export brasiliano, l’Agenzia organizza diverse iniziative – come missioni commerciali e tavole rotonde – offre supporto alle società brasiliane durante le principali fiere internazionali, organizza visite tecniche per far conoscere la struttura produttiva brasiliana agli investitori ed opinion maker esteri e sostiene altre attività finalizzate a rafforzare il branding del Paese all’estero.

Con le sue iniziative supporta più di 12.000 aziende che operano in oltre 80 settori diversi e che a loro volta esportano in 200 mercati.

Apex-Brasil opera anche per promuovere la competitività delle imprese brasiliane nel loro processo di internazionalizzazione, in particolare nel settore del “market intelligence”, della formazione aziendale e della promozione della propria immagine.

Riveste un ruolo importante anche nell’attrazione degli investimenti diretti esteri (IDE) in Brasile, identificando opportunità di business, promuovendo eventi strategici e sostenendo gli investitori esteri che desiderano investire in Brasile

Il Brasile è uno dei più grandi Paesi produttori ed esportatori agricoli del mondo ed è il terzo produttore di frutta (in volume), dietro Cina e India.

Secondo i dati di Apex-Brasil, Agenzia Brasiliana per la Promozione del Commercio e degli Investimenti, il Paese produce annualmente 44 milioni di tonnellate di frutta, esportandone il 2,5% all’estero.

Il settore è in continua espansione sia nella produzione, con un aumento stimato nei prossimi anni tra il 15% e il 25%, che nell’export, con l’obiettivo di raddoppiare le vendite all’estero entro il 2020 tramite una strategia di diversificazione dei mercati e dei prodotti offerti – dati Abrafrutas, associazione nazionale di settore.

Nel 2016 il Brasile ha prodotto 30 diversi frutti per il commercio differenziandosi dagli altri concorrenti grazie a un’offerta composita sul mercato che include banane, mango, agrumi, meloni, avocado, mele, pere e frutta secca. Tra le varie tipologie, spicca il valore delle importazioni in Italia degli anacardi, noci di cocco e noci del Brasile, pari a 3,83 milioni di dollari, il 5,3% del totale delle importazioni nazionali.

Le condizioni climatiche favorevoli, i continui investimenti in tecnologia e le peculiarità del territorio sono vantaggi competitivi fondamentali per la frutticoltura brasiliana poiché consentono una produzione su larga scala che abbatte i costi e la garanzia di una qualità costante, grazie al controllo del contenuto di zucchero della frutta dato dalla selezione del suolo di coltivazione e dell’irrigazione.

 Commercio e degli Investimenti – ha come obiettivo la promozione dei prodotti e dei servizi brasiliani all’estero e l’attrazione degli investimenti diretti esteri nei settori ritenuti strategici per l’economia brasiliana.

Per promuovere l’export brasiliano, l’Agenzia organizza diverse iniziative – come missioni commerciali e tavole rotonde – offre supporto alle società brasiliane durante le principali fiere internazionali, organizza visite tecniche per far conoscere la struttura produttiva brasiliana agli investitori ed opinion maker esteri e sostiene altre attività finalizzate a rafforzare il branding del Paese all’estero.

Con le sue iniziative supporta più di 12.000 aziende che operano in oltre 80 settori diversi e che a loro volta esportano in 200 mercati.

Apex-Brasil opera anche per promuovere la competitività delle imprese brasiliane nel loro processo di internazionalizzazione, in particolare nel settore del “market intelligence”, della formazione aziendale e della promozione della propria immagine.

Riveste un ruolo importante anche nell’attrazione degli investimenti diretti esteri (IDE) in Brasile, identificando opportunità di business, promuovendo eventi strategici e sostenendo gli investitori esteri che desiderano investire in Brasile

Contatti

 

 Praça da Sé 158, São Paulo, Brasil

info@solutionsfortrade.com

+55 11 4114 0999

 +55 11 3241 0303

solutionsfortrade

Powered by BreezingForms